CONCETTO DI RESILIENZA

Il concetto di resilienza indica la capacità di reagire agli eventi traumatici, di riorganizzare la propria vita e di ricostruirsi, senza alienare la propria identità. Coloro che riescono a fronteggiare le difficoltà, a dare nuovo slancio alla propria esistenza, rappresentano perfettamente il concetto di resilienza.

Caratteristiche:

Uno studio approfondito dimostra che le sofferenze in giovane età non compromettono per sempre il destino delle persone. Fino all’età di sei anni, i bambini hanno una capacità di resistenza ai traumi definita resilienza. Il concetto di resilienza permette di trovare le risorse psicologiche per reagire e per strutturare una personalità sana.

Il concetto di resilienza può essere noto come una funzione psichica, che si modifica nel tempo in relazione all’esperienza, al vissuto.

Abbiamo, quindi, diverse capacità resilienti, di tipo: 

  • istintivo: noto nei primi anni di vita, quando l’egocentrismo e il senso di onnipotenza caratterizzano i processi mentali;
  • affettivo: palesa il senso dei valori, la maturazione affettiva la socializzazione e il senso di sé;
  • cognitivo: indica la capacità da parte del soggetto di utilizzare l’intelletto simbolico-razionale.

L’integrazione degli elementi limbico-istintivi, emotivi, cognitivi ed affettivi rappresenta una resilienza adeguata. Un soggetto sviluppato sotto il punto di vista psicoaffettivo, psicocognitivo ed emotivo-affettivo, è considerato un soggetto particolarmente resiliente.

Il concetto di resilienza può essere definito anche come la capacità di comprendere come la propria ampia conoscenza possa essere ripristinata, scoprendo la presenza di uno spazio che renda possibile la struttura.

Quest’abilità viene appresa nel tempo, nella qualità degli ambienti di vita, ovvero in contesti educativi in grado di formare la propria persona.

Iscriviti